Real Ariano: remuntada compiuta! Derby (4 su 4) e primato


7343

da www.cittadiariano.it

ARIANO IRPINO – L’avevamo predetto contro l’Accadia: l’appuntamento con la vetta è solo rinviato. Così è stato. Nel giro di 15 giorni il Real Ariano trova il primato. Il solito Real Ariano: buonissimo calcio, pochi palloni buttati via, cattiveria quanto basta, tecnica da categoria superiore. Perché questo fa la differenza anche stavolta, anche in un derby iniziato sottotono. Ma alla fine quando l’undici di Marinaccio prende il sopravvento in pochi riescono a contenerlo. Così la stracittadina contro un comunque determinato Sporting Ariano finisce 3-0 con le reti dei “soliti noti“. Prima i soliti noti dei derby Dell’Infante e Memoli, che già avevano deciso la sfida contro la Manna; poi il solito bomber Macchione, che nel recupero cala il tris. Quattro derby su quattro per il Real Ariano.

Come anticipato, a inizio gara è lo Sporting ad interpretare meglio l’incontro. Dopo un mezzo rischio per un’azione di Macchione, conclusa con il tiro parato in due tempi da Castagnozzi, è Rollo a mettere paura a Pinto al 7′. Il Real capisce che c’è da lottare e che nessuno regala nulla. Così al 13′ Macchione è protagonista di un gran numero in area, ma la conclusione è respinta da Castagnozzi. Sporting ordinato, che concede pochissimo nella prima mezz’ora. Al 27′ sugli sviluppi di un corner svetta di testaMaraio, la palla carambola verso la porta, ma la difesa dello Sporting spazza via. La rete è però nell’aria. Come nell’altro derby (contro la Manna), è Dell’Infante a sbloccare il match: il difensore arianese si ritrova tutto solo in area al termine di un’azione confusa e spara in rete senza pensarci due volte. Sulle ali dell’entusiasmo, tre minuti più tardi, è l’uomo derby per eccellenza a raddoppiare. Per chi non l’avesse capito si tratta diMemoli, che con precisione chirurgica trafigge Castagnozzi dal limite dell’area. Per Memoli è il terzo gol in quattro derby: contro lo Sporting era andato a segno già all’andata, oltre ad andare in rete anche nel ritorno contro la Manna. Un derby senza un suo gol non può esistere a quanto pare. Il primo tempo si conclude così. Sporting ordinato, ma il cinismo degli avversari fa la differenza.

Nella ripresa lo Sporting cambia qualcosa con l’ingresso di Pratola ed è costretto ad aprirsi e a concedere qualche spazio in più. Così viene fuori palesemente la superiorità del Real Ariano. Eppure lo Sporting di tanto in tanto si fa vivo. Proteste al 9′: Alessandro Cardinale ci prova dal limite, Dell’Infante ribatte, con un braccio secondo gli uomini di Alborelli, ma per Uva è tutto regolare. Al 14′ fuga solitaria di Pratola, che la mette in mezzo, ma trova la prontezza di Pinto. Proteste ancora in casa Sporting al 17′ per un’entrata di Pinto, da rigore secondo Senape e compagni. Da rigore anche secondo il tecnico Alborelli, che eccede nelle proteste e viene allontanato dal direttore di gara. Il Real spreca al 22′ con il neoentrato Musto, che tutto solo davanti al portiere si fa ipnotizzare da Castagnozzi. Sul conseguente corner ci prova Armonico in acrobazia, ma i risultati non sono quelli sperati. Il minuto 23 è quello degli applausi scroscianti. Per chi? Per Nicola Costanzo, che da fuori area sfiora l’eurogol centrando in pieno la traversa: Macchione insacca tutto solo, poi, ma è fuorigioco. Il “Renzulli” regala a Costanzo quindici secondi (realmente contati) di applausi. Al 27′ Pratola prova a tener viva la speranza con un colpo di testa, ma di speranza per lo Sporting oggi c’è solo il verde della maglietta. Al 32′ grande uscita di Castagnozzi su Macchione. Altri applausi per un bel tiro, poco dopo, di Marinaccio, che termina alto. Ultimi sussulti Sporting con una punizione di Melito che termina alta e, nel recupero, con un tiro sull’esterno della rete di Albanese. Allo scadere Macchione raccoglie l’assist di Marinaccio e tutto solo realizza il 3-0 che chiude il match.

Ma non è finita qui. Dagli spalti la bella notizia: l’Accadia a Montecalvo si ferma sullo 0-0. Primo posto! Per il Real Ariano uno score da paura: undici risultati utili consecutivi (dieci vittorie); quattro derby vinti su quattro; miglior attacco; miglior differenza reti. Un primo posto che già dire meritato è riduttivo. Questa squadra non può non salire in Promozione.

E lo Sporting? Nessun dramma. Sconfitta giusta, ma che allo stesso tempo è arrivata dopo un match in cui i ragazzi di Alborelli hanno dimostrato di avere volontà e determinazione. Non è in queste partite che bisogna fare punti. La salvezza è tutt’altro che impossibile. Da domani si può tornare a lavorare con fiducia verso l’obiettivo. Ma oggi la passerella è tutta per il Real Ariano.

REAL ARIANO IRPINO – SPORTING ARIANO 3-0
Real Ariano Irpino:
Pinto, Costanzo N., Mazzarella, Imbimbo (16’st Lepore), Norcia, Dell’Infante, Maraio (10’st Musto), Marinaccio, Macchione P., Armonico (26’st Meloro), Memoli. All.: Marinaccio
Sporting Ariano: Castagnozzi F., De Gruttola, Castagnozzi A., Albanese, Senape, Cardinale M. (36’st Ciccone), Caso, Cardinale Al., Saldutti (30’st Molinario), Rollo (1’st Pratola), Melito. All.: Alborelli
Arbitro: Uva di Ariano Irpino
Marcatori: 30’pt Dell’Infante, 33’pt Memoli, 48’st Macchione P.
Espulsi: al 17’st l’allenatore Alborelli (SA) 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...