Pasqua col sorriso per l’Ariano. Due gol del capitano. Siamo ancora vivi!


da www.cittadiariano.it

ARIANO IRPINO – Sarà una Pasqua serena per l’Ariano, che chiude con un successo le sue apparizioni casalinghe in questa stagione. Un 2-1 meritato contro la Massa Lubrense, che tiene vivissima la speranza di giocare i play out (anche se sicuramente in trasferta) e che dà la certezza aritmetica di evitare l’ultimo posto. Una vittoria preziosa, cercata e acciuffata con il cuore e con la grinta degni di chi deve giocare alla morte per raggiungere l’obiettivo della salvezza. Si è visto oggi quello spirito che troppe volte è mancato in questa stagione, ma che si spera di vedere anche nell’ultimo atto del campionato dopo la sosta pasquale.

La gara si apre con la Vis decisamente più in partita, che dopo soli 5 minuti va vicinissima al gol con la traversa colpita dall’ottimo Parisi, che oggi dà l’impressione di essere tornato sugli ottimi livelli della prima parte della sua stagione. La Massa Lubrense fa paura solo all’11’, quando Curcio è provvidenziale sull’inserimento di Montaperto, e al 13′ quando il giovanissimo portiere Pietrolà, con molta sicurezza respinge in corner per poi ripetersi sul corner conseguente. Scampato il pericolo è l’Ariano che torna a creare le occasioni migliori. Al 23′ cross dalla destra e Parisi da due passi calcia alto. La mira è da aggiustare, ma la giornata sembra buona e il riferimento non è solo allo splendido clima primaverile. Unica nota stonata sembra essere l’infortunio di Bravoco, che fa posto al rientrante Armando Grasso. Al 36′ azione insistita del migliore in campo, Bernardo, che però calcia sull’esterno della rete, vedendosi strozzare in gola la gioia del gol. Ma il momento è propizio. Nel finale di primo tempo la squadra di Del Vecchio usufruisce di un corner, l’azione si sviluppa e il pallone arriva a Spaccamiglio, che in piena area di rigore viene atterrato. Penalty. Dal dischetto va il capitano Santosuosso, stranamente un po’ in ombra fino a quel momento. Ma la nostra stella non delude mai. Così si fa perdonare un primo tempo al di sotto delle aspettative, realizzando con freddezza chirurgica il rigore che porta l’Ariano in vantaggio. Gol pesante come cemento armato.

Nel secondo tempo si parte subito con un tiro sull’esterno della rete di Errico. Gli ospiti, però, vedendosi con questo risultato risucchiati in zona play out, reagiscono e ci provano pochi minuti dopo con Montaperto. Ma l’esperto bomber non ha fatto i conti con Pietrolà, che con riflessi felini gli nega la gioia del gol. Gol mancato, gol subito. L’infallibile legge non scritta del calcio. E’ il 17′ quando sale ancora in cattedra un grandissimo Bernardo, in formato “cinque stelle” quest’oggi. E’ lui a conquistare un pallone preziosissimo a centrocampo, ad avanzare palla al piede e quindi a scaricare al liberissimo Santosuosso, che solo davanti a Fiorentino lo infila con un tocco dolce come il velluto e letale come il veleno. E’ il 2-0 che sembra chiudere i giochi. Ma non può esserci vittoria senza sofferenza. Così tra il 25′ e il 34′ ecco arrivare puntualissimi i due episodi che tengono tutti col fiato sospeso. Prima l’ingenua espulsione per doppia ammonizione di Memoli che, già ammonito, protesta eccessivamente con il direttore di gara e si becca il secondo giallo. Poi il gol del 2-1 realizzato da Breglia, che da appena dentro l’area trafigge un non perfetto Pietrolà, che macchia con questo errore una prestazione positiva e sicura. Ma la tensione dei minuti finali è solo mentale. Di pericoloso gli ospiti non creano praticamente nulla. Anzi subito dopo il gol Bernardo potrebbe riportare i suoi due reti avanti, ma trova l’opposizione di Fiorentino. Poco male, finisce così. Vittoria. E adesso si può di nuovo sperare. Dagli altri campi, esclusa la vittoria della Forza e Coraggio, i risultati sono positivi. E intanto è raggiunto un primo obiettivo: ultimo posto evitato, da oggi è l’Eclanese ad essere aritmeticamente in Promozione.

La situazione attuale vede la Palmese a 34 e la Forza e Coraggio a 33, che sarebbero salve. La zona play out si apre con la Massa Lubrense a +6 sull’Ariano, che quindi è ampiamente nei play out al momento; quindi il Campagna, nostro prossimo avversario, a +5 sulla Vis e il Pontecagnano a +3 sempre su Santosuosso e compagni. A Campagna, dopo Pasqua, potrebbe essere preziosissimo anche un pareggio, tenendo conto dello scontro diretto tra Massa Lubrense e Pontecagnano e dell’altro scontro diretto tra Pontecagnano e Campagna all’ultima, quando noi riposeremo. Crediamoci. Altri 90′ di battaglia. Ricarichiamo le batterie. La Pasqua sarà di pace, ma alla ripresa dovrà essere una guerra. Da vincere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

VIS ARIANO – MASSA LUBRENSE 2-1
Vis Ariano:
Pietrolà, Di Gruttola, Speranza, Spaccamiglio, Bravoco (33’pt Grasso), Curcio, Errico (45’st Jonathan), Memoli, Bernardo (44’st Tretola), Santosuosso, Parisi. All.: Del Vecchio
Massa Lubrense: Fiorentino, Siniscalchi (15’st Amita, 31’st Cuomo), Castellano A., La Monica, D’Esposito, Ferrara, Castellano R., Vinaccia, Montaperto, Cacace (11’st Breglia), Aiello. All.: Gargiulo
Arbitro: Russo di Torre Annunziata
Marcatori: 44’pt Santosuosso rig., 17’st Santosuosso, 34’st Breglia
Espulsi: Memoli (A) al 25’st per doppia ammonizione
Ammoniti: Errico, Santosuosso, Parisi, Aiello, Breglia

Annunci

Un pensiero riguardo “Pasqua col sorriso per l’Ariano. Due gol del capitano. Siamo ancora vivi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...