Real Ariano: stairway to heaven


7924

da www.cittadiariano.it

MONTECALVO IRPINO – Non è stato il solito valzer. A dirla tutta non è stato neanche un rock ‘n’ roll. Ma oggi non c’era spazio per la musica, contava solo vincere. Continuare a vincere. Operazione riuscita. Il Real Ariano espugna Montecalvo e supera il Comprensorio Miscano per 3-2, rimanendo ancora in scia dell’Accadia capolista e programmando l’aggancio per il prossimo week end, quando i pugliesi riposeranno.

La gara prende il via con il Miscano certo di giocare i play out, ma intenzionato a far punti per assicurarsi di giocarli in casa. Real Ariano rimaneggiato dalle assenze. Agli ancora squalificati Nicola Costanzo e Memoli, si aggiungono anche Imbimbo e Santosuosso. E come se non bastasse, dopo 13 minuti lascia il campo dopo un duro contrasto anche Musto. Al suo posto Lo Conte, che si rivelerà determinante nelle azioni decisive del match. Per 19′ non succede praticamente nulla. Non crea pericoli nessuna delle due squadre, che pure sono due club che fanno del gioco il loro marchio di fabbrica. Ma al 19′ il colpo di scena. La difesa “battezza” male un lancio da centrocampo, che pesca benissimo Daniele Costanzo, che si ritrova praticamente tutto solo davanti a Pinto e lo beffa con un pallonetto che non dà scampo. Tutto va male. Il Real Ariano si ritrova sotto di un gol e a -6 dall’Accadia, che sta già vincendo a Scampitella. Ma a volte il passo dall’inferno al paradiso può essere davvero corto. Così dopo soli due minuti entra in scena Stefano Lo Conte, che entra di prepotenza in area di rigore e viene atterrato da Panzone. Per Ozzella nessun dubbio: è rigore. Dal dischetto si presenta Armonico, che non sbaglia. Subito 1-1. Ma bisogna vincere. Così ancora Lo Conte è protagonista. Passano altri due minuti e il neoentrato si guadagna una punizione. Sul pallone va Marinaccio: il suo cross è una delizia e viene facilmente raccolto di testa. Da chi? E da chi se non lui, il solito impareggiabile Paolo Macchione. Il bomber di testa insacca e in pochi minuti il Real Ariano si ritrova avanti per 2-1. Due reti su calcio da fermo. Per una volta non sono le elaborate e avvolgenti trame di gioco a fare la differenza in favore degli arianesi. Il primo tempo scorre via senza sussulti particolari. Poi al 40′ la bordata da fuori area di Mario Russolillo, con Pinto che risponde da grandissimo portiere deviando in corner. Ultimo brivido è invece a firma diMaraio, con un tiro dal limite che esce fuori di poco.

Marinaccio deve essersi accorto che nonostante il vantaggio il suo Real Ariano non riesce ad esprimersi al meglio, così riorganizza i suoi che entrano in campo cambiando ritmo e cercando subito il terzo gol. Ci vuole davvero pochissimo. E’ il minuto 5 quando ancora uno scatenato Lo Conte mette in mezzo un rasoterra invitante per l’accorrenteMacchione, che raccoglie l’invito e segna il suo ventitreesimo gol. A quel punto il Real si ferma. Dosa le energie un po’ per il caldo e un po’ per preservarsi per le prossime gare. L’unico pericolo gli arianesi lo creano solo al 25′ con un ottimo scambio sull’asse Marinaccio-Maraio-Macchione, concluso con un tiro di poco a lato di Macchione. Ma per il resto è poca roba. Anche il Miscano non fa nulla per riaprire il match. Ma il Real Ariano forse eccede nell’abbassare i ritmi e commette l’errore di dare coraggio agli avversari. Così, al 42′, neanche il tempo per esultare per il gol che riapre (inutilmente) il match di Scampitella (l’Accadia vince comunque 2-1), che Daniele Costanzo sfonda in area e mette in mezzo un pallone ottimo per l’accorrente Haida, che riapre l’incontro. Ma il Real potrebbe nuovamente chiudere i conti al 44′. Macchione si procura una punizione dal limite e va lui stesso al tiro. Traversa incredibile. Non succede più niente. Vittoria meritata, ma non entusiasmante come al solito. Poco male. Conta il risultato e il risultato dice 3-2 per gli arianesi che continuano a sognare.

Vittoria fondamentale. L’Accadia resta avanti a +3, ma riposerà sabato. Una vittoria del Real Ariano sullo Sturno porterebbe la squadra di Marinaccio di nuovo in testa alla pari con i pugliesi a 90′ dalla fine del campionato. Lo spareggio è sempre più qualcosa di più di un’ipotesi. Ma la vittoria di oggi a Montecalvo è fondamentale anche in chiave play off. Il Taurasi a sorpresa perde a Sturno e finisce a -13 dal Real Ariano. Una vittoria sullo Sturno darebbe la certezza che i play off non si giocheranno. Ciò significa che in caso di secondo posto si andrebbe a giocare direttamente lo spareggio-promozione contro una squadra proveniente da un altro girone. E pensare che lo scenario al 19′ del primo tempo dopo il pallonetto beffardo di Daniele Costanzo era completamente diverso. Per questo, come direbbero i Led Zeppelin, abbiamo preso la “scala per il Paradiso”, o meglio “the stairway to Heaven”.

COMPRENSORIO MISCANO – REAL ARIANO IRPINO 2-3
Comprensorio Miscano:
Sicuranza, Lo Conte, Russolillo R., Iarriccio And., Fioriello, Panzone, Costanzo, Russolillo M., Grasso (40’st Iarriccio Ant.), Varricchio, Haida. All.: Varricchio
Real Ariano Irpino: Pinto, Costanzo L., Mazzarella, Lepore, Norcia, Dell’Infante, Armonico (29’st Meloro), Marinaccio, Macchione, Musto (13’pt Lo Conte), Maraio. All.: Marinaccio
Arbitro: Ozzella di Benevento
Marcatori: 19’pt Costanzo (CM), 21’pt Armonico rig. (RA), 23’pt Macchione (RA), 5’st Macchione (RA), 42’st Haida (CM)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...