Derby pessimo. L’Ariano ne prende 4 dal Grotta


GROTTAMINARDA – Una settimana fa dicevamo “c’è una sconfitta da vendicare”. Altro che vendetta, la sconfitta arriva di nuovo ed è ancora più netta e pesante. Il Grotta, guidato dall’arianese Negri, trionfa per 4-0 nel derby dell’Ufita, annichilendo un Ariano fin troppo remissivo.

Fin dall’inizio sono i padroni di casa si dimostrano autoritari e determinati. La prima sberla per l’Ariano arriva al quarto d’ora: Cataruozzolo mette in mezzo un bel pallone, la difesa arianese è ferma e Santese, indisturbato, infila Mazzone. Il Grotta ha, poi, anche la grande occasione per il raddoppio: magia di Cataruozzolo, che con una rovesciata lancia a rete Volzone, che centra in pieno il palo. Gol mancato, gol subito? Quasi. Capodilupo sfrutta bene un cross dalla sinistra, ma sul suo colpo di testa Serretiello è bravissimo a superarsi e a salvare i suoi. Ma è solo uno scoglio nel mare grottese. I padroni di casa tornano a macinare gioco e poco prima della mezz’ora trovano il 2-0. Volzone si invola verso la porta avversaria, infilandosi senza problemi tra Grasso e Mazzarella; Mazzone non può fare altro che stenderlo. Rigore. Dagli undici metri va lo stesso Volzone, che concede il bis ai suoi tifosi.

Nella ripresa l’Ariano dovrebbe organizzare una reazione, ma dopo appena cinque minuti arriva il 3-0 che chiude i giochi. Merito, ancora una volta, di un ispiratissimo Cataruozzolo, che libera benissimo l’accorrente Volzone, che si inserisce ancora tra i difensori biancazzurri, depositando in rete il pallone. Col risultato in tasca i giallorossi lasciano qualche spazio in più agli uomini di Del Vecchio, che però non sfondano. Anzi. A dieci minuti dalla fine arriva anche la rete che completa la disfatta arianese: Cataruozzolo resiste alla marcatura di Grasso e va a realizzare la meritatissima marcatura personale. Gli arianesi cercano almeno il gol della bandiera, ma non hanno fatto i conti con un Serretiello in giornata di grazia. Il portiere dei padroni di casa prima si supera su una punizione molto bella di Luzzi e poi, sul corner seguente, si ripete su un colpo di testa da due passi di Capodilupo. Finisce 4-0: derby dell’Ufita ancora giallorosso.

Sconfitta che non compromette più di tanto la classifica dei biancazzurri, che sono comunque a +7 sulla zona play out. Ma è comunque una sconfitta che dovrà invitare a una riflessione. Sia perché avvenuta in un derby sentito, sia per le dimensioni. Risultato e prestazione sono stati da dimenticare. Giornata storta? Probabile, ma di tante giornate storte questa è quella che più di tutte ad Ariano avrebbero fatto a meno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...